Announcement

Collapse
No announcement yet.

Il Grottino di Mental

Collapse
X
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

    Il Grottino di Mental

    Salve a tutti ragazzi, coltivo da circa 5 anni alternandomi tra outdoor e indoor. Quest'anno ho deciso di selezionare qualche mamma, magari sperando di fare qualche cross in futuro.

    Volevo anche condividere con voi la mia esperienza con questo breeder "Mean Beanz", per chi non lo conoscesse.
    I semi si trovavano solo in una manciata di banche inglesi ed erano praticamente tutti out of stock, quindi lo contattai direttamente sui social.
    Fortunatamente adesso ha aperto un suo sito su cui vende direttamente rendendo più semplice l'acquisto. Io per ora ho provato
    ZBX (cross con original cut di zkittelz) e lemon tango, devo dire che sono rimasto piacevolmente sorpreso con entrambe, sia per vigorosità che per qualità.
    Continuerò a postare qua, anche i semi F2 fatti da me con le sue genetiche.
    Non pubblicherò il link ovviamente, ma comunque basta cercare il nome.

    Le piante in questione sono state coltivate in cocco e perlite completamente in minerale sotto un led quantum HLG 260w in grow box 1x1.

    Il mio primo Keeper di quest'anno è uscito dalle ZBX, vedremo se con i semi F2 che ho fatto uscirà qualcosa di migliore, dovrei averne 200 più o meno con 6 femmine diverse.
    Le foto sono di un paio di cloni messi subito a 12/12 appena hanno iniziato a radicare, servivano solo a "tappare" qualche buco nella grow.

    Ps: ci sono evidenti carenze, sopratutto di calcio, perché ero rimasto solo con coco A e basta come fertilizzanti, non volevo spendere altri soldi per fert minerali che non avrei piu usato, mancavano poche settimane e sto passando ai fertilizzanti homemade con il metodo KNF (Spero di approfondire nei prossimi aggiornamenti, intanto ne approfitto subito per ringraziare un utente di Ic Mag, Liltia, per le informazioni, la condivisione di questo link
    https://www.unconventionalfarmsupply...l-farmer-links ed altri che troverete nel suo thread The Bimo's way).


    Last edited by MentalGrow; 01-15-2021, 11:49.
    Il Grottino di Mental (KNF method)

    #2
    Ho trovato anche un fenotipo che aveva un forte odore che ricorda una confettura di ciliegie con note leggere di limone/lime.
    Il maschio che ho usato per i semi era veramente bello, una spanna sopra a tutti i maschi che abbia mai trovato. Rimpiangerò a lungo di non averlo clonato ma almeno ho un po di semi da selezionare e le aspettative sono delle migliori.

    Qui il feno "cherry"



    Purtroppo non ho foto di Lemon tango, dal prossimo aggiornamento metterò più foto anche riguardo al box con lemon tangoF2 e le mie due mamme.

    Intanto beccatevi sti pacchetti, i 3 nuovi arrivati, mi ha regalato anche un pacchetto ancora non rilasciato, non vedo l'ora di provarlo, ZaffaS1, dovrebbe essere una versione più stabilizzata di una delle sue piu piante famose, non vedo l'ora di piantarli anche se non sono un estimatore dei semi fem. Questi stickers poi sono fantastici.
    Bella ragazzi alla prossima.
    (A partire da destra: Zaffa S1, Zaffa Caked cookies e infine Mamacita reg)

    Il Grottino di Mental (KNF method)

    Comment


      #3
      Buonasera ragazzi, stasera piccolo aggiornamento sul metodo KNF (Korean Natural Farming). Lo so, lo so, alla maggior parte interessa vedere piante, giustamente, ma so qualcuno di malato come me nei fert apprezzerà.

      Partiamo dal presupposto che, secondo me, questo sia il metodo che qualsiasi coltivatore nel mondo, di qualsiasi pianta si tratti, dall'hobbista al professionista, dovrebbe iniziare a praticare. Non tanto per i risultati che già questi dovrebbero convincere, ma per il fatto che abbatti i costi ed elimini l'inquinamento dei fertilizzanti, migliori il terreno, rinnovandolo nel tempo e migliorandolo rispetto a prima, un prodotto finale più pulito sicuramente. Tra l'altro la maggior parte degli scarti (naturali) che produci durante la realizzazione dei prodotti li riutilizzi come nutrimento per compost o vermicompost.

      Ora abbiamo visto che in vantaggi sono tanti e molto validi. Ci sono anche degli svantaggi, primo su tutti è che bisogna avere passione come per le piante, devi sporcarti le mani, produrre intrugli che avranno sgradevoli odori durante la fermentazione, svegliarsi presto per andare a cercare i migliori posti (quando è possibile trovarli, mi riferisco a chi abita nei centri delle grandi città) per reperire il materiale naturale che serve dai boschi, laghi, fiumi, campi, prati ecc. Avere pazienza ed essere meticoloso nella preparazione. Sara che a me piace da impazzire fare il "piccolo chimico" e mi diverte proprio ma riconosco che è metodo che ti porta ad un approccio completamente diverso, ma secondo me ne vale la pena.

      Comunque io sarò qua per levarvi ogni dubbio, proverò a postare i vari passaggi con informazioni dettagliate della realizzazione dei fert. (cosa che già comunque trovate sparse su internet, ma spesso mancano quei dettagli qua e là).
      Vi convertirò tutti prima o poi ahahah

      Passiamo al mio arsenale, ancora incompleto, ho dovuto riniziare l'idrolizzato di pesce proprio sul finale quando mancavano solo una settimana, una minimosca è riuscita a passare attraverso lo scottex e mi sono ritrovato delle larve dentro, ho buttato tutto e ordinato il fish mix per tamponare la mancanza, è un buon prodotto ma costa troppo, 11 euro un litro, con 2 euro di pesce o meglio ancora scarto di pesce (gratuito) ottengo la solita cosa, forse anche migliore perché metteremo dei microrganismi che miglioreranno la fermentazione. Manca anche l'estratto vegetale fermentato che farò domani, andrò in cerca di piante, anche se ne ho già adocchiate alcune vicino ad un campo dietro casa mia, sveglia prima dell'alba perché è l'orario durante in tutta la giornata in cui le piante sono più ricche di tutte le sostanze che ci interessano estrarre, la cosa migliore sarebbe anche preparare l'estratto suo posto se è lontano da casa propria.



      CONTINUA
      Il Grottino di Mental (KNF method)

      Comment


        #4
        Qui abbiamo il bokashi, è come un compost ma invece di avere una fermentazione aerobica come il classico compost avremo una fermentazione anaerobica che serve come pre-compostaggio rendendolo più assimilabile dai microrganismi del compost o dai lombrichi del compost velocizzando e migliorando il processo, ci ho buttato di tutto dentro, scarti di frutta, verdura foglie e rami di cannabis, foglie secche e del cartone lavato sul fondo, la cagliata del LAB (quella roba bianca che vedete, capirete dopo di cosa parlo) , un cucchiaio di melassa e uno di LAB sciolti in un litro di acqua che ho nebulizzato sulla superficie, deve essere umido non zuppo.


        Qui invece il percolato del bokashi, ho usato del cartone come "filtro"



        Qui abbiamo il LAB, sono dei microrganismi che scompongono materiale organico per le piante, rendendolo ancora più assimilabile, questo ve lo consiglio particolarmente anche se non volete approfondire il discorso, è veramente facile da fare e serve solo riso, acqua e latte. Andate nel link sopra postato e andate su Lactobacillus serum, rifarò comunque il processo per mostrarvelo passo passo ma più avanti. La parte che ci interessa è lo strato di mezzo, il liquido giallognolo ricco di batteri, sul fondo invece lo scarto dato fermentazione.


        Questa è la cagliata che vi dicevo che ho buttato nel compost, sarebbe lo strato superficiale, ricco di nutrimenti e batteri buoni


        Qui invece il resto dell'arsenale a partire da sinistra" Estratto di frutta e verdura con zucchero muscovado, BIM sempre microrganismi, ma questa volta sono stati "catturati" nella loro forma "indigena" cioè che sono nati nei vari habitat, in due versioni differenti (cambia solo la concentrazione dei microrganismi dei vari habitat, è solo un piccolo esperimento) poi
        di seguito abbiamo 4 FSST, è un composto ottenuto con semi di piante a crescita veloce, ne fatti 4 ognuno con un tipo di seme diverso, mi piace far fermentare le cose separatamente per poi riunirle in unico prodotto a fermentazione finita, ne ho fatto uno con erba medica, un con orzo, uno con lenticchie rosse e uno con fagiolo Mungo, più semi usiamo e differenti enzimi avremo oltre ad un gruppo più ampio di vitamine e microelementi. Ed infine abbiamo il LAB non stabilizzato, lo tengo in frigo per mantenerlo ma potrei stabilizzato con melassa nera o zucchero muscovado, vedrò nei prossimi giorni.
        La piccola bottiglietta che vedete davanti è un estratto fatto con gusci di uova scottati e aceto bianco di mele, contiene Calcio e Fosforo.


        Last edited by MentalGrow; 12-04-2020, 21:25.
        Il Grottino di Mental (KNF method)

        Comment


          #5
          Per chi è arrivato in fondo dopo tutto sto papiro metto almeno un paio di foto di semi


          Nei cross ho usato sempre il solito maschio ZBX che accennavo ieri


          ZBX x Lemon Kush headband (humboldt)




          ZBX x Chocolate mint og (humboldt)
          Questi sono i semi più strani che abbia mai visto, sono chiarissimi, anche se dalla foto rende meno l'idea, ho parlato con il Breeder di mean beanz e mi ha confermato che i semi fatti con ZBX o LPZ (genitore di ZBX) vengono spesso chiari. Sono maturi, duri e vitali, per ora ne ho piantati solo 4 per prova.




          ZBX F2




          Per stasera è tutto, ho scritto anche troppo ahaha
          Buon cultivo a tutti
          Il Grottino di Mental (KNF method)

          Comment


            #6
            ciao mental, benvenuto su icmag.
            complimenti per tutto, davvero molto interessante..... dalle genetiche utilizzate, al natural korean, ai cross autoprodotti.
            mi metto comodo.....
            ogni commento è solo in linea teorica e va preso come tale, se commento in prima persona è solo per dare più enfasi alla frase e va interpretato come una modalità narrativa. le foto caricate sono di dominio pubblico e sono state prese da internet. ogni riferimento a fatti, cose o persone è puramente di fantasia.

            doc

            Comment


              #7
              Segui seguo seguo!! Welcome Mental Grow!!!
              Srebedebede’ Garden Mosca seeds I ciclo

              https://www.icmag.com/ic/showthread.php?t=360219

              Comment


                #8
                QUOTE=DocKush;9052831]ciao mental, benvenuto su icmag.
                complimenti per tutto, davvero molto interessante..... dalle genetiche utilizzate, al natural korean, ai cross autoprodotti.
                mi metto comodo.....[/QUOTE]


                [quote=Srebedebede;9052950]Segui seguo

                seguo!! Welcome Mental Grow!!![/quote]


                Grazie ragazzi, accomodatevi pure c'è tutto lo spazio che volete
                Grazie anche a chi ha messo le Rep+.


                Prossimo aggiornamento voglio parlarvi dell'estratto vegetale (siglato FPJ: Fermented Plant Juice) con tutti i passaggi per prepararlo al meglio e iniziare a mostrarvi il box vege. Ho una connessione da medioevo e la vpn che salta come un grillo quindi spero di riuscire a portare entrambe le cose. Cercherò di avvantaggiarmi iniziando già ad eliminare metadati dalle foto e scrivendo qualche appunto sulle note.

                Ci sentiamo presto, buon tutto a tutti
                Il Grottino di Mental (KNF method)

                Comment


                  #9
                  Eccoci qua, come promesso parliamo di FPJ, di questi tempi almeno il fatto di poter dedicare più tempo alla nostra passione è l'unica cosa positiva.Spero di essere chiaro nella spiagazione del procedimento, in caso contrario chiedete pure. Anzi se qualcuno più esperto volesse dire la sua o fare qualche critica è ben accettata, lo scopo finale è rendere più chiaro a tutti questi concetti.

                  FPJ (FERMENTED PLANT JUICE)
                  INTRODUZIONE

                  L'FPJ è un estratto che ci servirà per affrontare tutto il periodo di germinazione e vegetativa grazie ai suoi nutrimenti e ormoni che contengono e anche grazie ai microbi che vivono sulla foglie delle piante.
                  Allora la prima cosa che ci servirà saranno delle ottime foglie e punte in crescita di piante che crescono in natura, niente piante velenose mi raccomando, anche se devo essere sincero che l'ortica mi fa più volte tentare, è una pianta assurdamente infestante e una volta che prende il giardino è vermante difficile da estirpare completamente.

                  Le caratteristiche delle piante che cerchiamo sono: foglie verdi, grandi e succose e non devono fiorire possibilmente*. Potete usare anche piante di cannabis, anzi credo sia consigliabile mettere sempre parti della pianta che si sta coltivando, prossimo out ne farò una scorta. Dovrete raccogliere sia le foglie grandi "adulte" sia i getti nuovi, le foglie contengono nutrimenti per la crescita mentre i getti nuovi sono pieni di ormoni che stimoleranno di più la crescita.
                  Queste che ho raccolto non so cosa siano sinceramente, ma quando le ho viste hanno catturato la mia completa attenzione, volevo fare una foto della pianta intera ma non ero completamente conscio di quello che stavo facendo, svegliarsi all'alba per me è una tortura. Se me lo ricordo posterò una foto delle piante intere per darvi l'idea.


                  L'unico dubbio che ho a riguardo è il fatto che si trovassero a un centinaio di metri da un campo coltivato, quindi pesticidi o robe chimiche potrebbero essersi depositati sopra con il vento, non dobbiamo lavarle poiché anche tutti i microbi verrebbero lavati via. Raccogliere le piante all'alba assicurerà una migliore estrazione, anche fare il procedimento il prima possibile dopo la roccolta, io ho preferito farlo in casa perché ero vicino e il luogo non aveva ripari, fossi stato stato in un bosco lontano da casa probabilmente mi sarei portato uno zaino con il necessario.



                  PREPARAZIONE

                  Ora che avete le vostre foglie tagliatele in pezzi più piccoli.


                  Pesate con un bilancia il peso delle foglie e mettetele dentro ad un barattolo di vetro o contenitore in plastica. Ora dovrete aggiungere una fonte di zuccheri per attivare la fermentazione, io uso zucchero grezzo, il muscovado, da quello che ho capito dovrebbe essere il migliore perché è uno zucchero molto umido che tenderà ad attivare maggiormente la fermentazione rilasciando ossigeno.
                  Lo trovate anche nel supermercato di turno ma costa tanto, provate a cercare sacchi grandi da 5kg in su anche online, dovreste pagarlo meno. Potete anche usare della melassa nera, assicuratevi che non sia solforata. Anche miele, sciroppo ecc vanno bene ma cerchiamo di usare quello che costa meno.

                  Questo è lo zucchero muscovado, è scuro e appiccicoso



                  Aggiungetene esattamente la metà del peso delle foglie in zucchero, e mescolate delicatamente indossando guanti puliti. Ora potete scegliere se schiacciare e compattare con un sasso o mettendo acqua fino a coprire il composto. Usate il barattolo della giusta grandezza ho usato questi perché sono rimasto senza barattoli ma sono enormi, credo influenzi in negativo, non so prendete con le pinze quello che sto dicendo. Coprite con qualcosa che lasci respirare, tipo scottex, calza di nylon, stoffa e lasciare riposare per 15 giorni circa.


                  Qui invece ce n'è uno che ho preparato qualche giorno fa con un altro tipo di pianta che cresce nel mio giardino. Potete notare come la foglie sono state spinte tutte verso l'alto, se la qualità della foto non ne risentirà troppo si dovrebbe vedere una leggera schiuma marroncina, più ne fa e più la fermentazione è riuscita.


                  Per realizzare il prodotto finale e renderlo ancora più potente dovremo filtrare il liquido dei vari barattoli e unirli in un unico liquido, aggiungendo poi in rapporto 1:1 il nostro idrolizzato di pesce, potete comprarlo tipo fish mix o potrete realizzarlo da voi, come? Vi farò vedere anche questo visto che devo riprepararlo a breve. Per oggi chiudo qui argomento KNF.
                  Passo al box vege.


                  EDIT: *Cercate piante che crescono vigorose anche durante l'inverno, in posti con siccità, insomma quelle piante che crescono in condizioni sfavorevoli, aiuteranno le nostre piante coltivate a sopportare meglio gli stress.
                  Last edited by MentalGrow; 12-04-2020, 19:33.
                  Il Grottino di Mental (KNF method)

                  Comment


                    #10
                    Ecco invece qualche foto del box vegetativa (quello in fioritura è fermo causa cambio postazione).
                    È un box vecchio e nemmeno troppo pulito, ma ci sono affezionato, me lo sono cucito a mano su misura recuperando la carcassa di un vecchio Grow che mi sono ritrovato in uno stanzino. Cosa non si fa per risparmiare qualche soldo.


                    ILLUMINAZIONE: Due lampade al neon t5 della Enviro gro, una con 2 tubi da 24 e l'altra da 96w con 4 tubi da 24
                    Estrazione aria: tt vents da 100mm
                    Immissione aria: ventola da PC 12cm
                    Ventilazione: ventilatore secret Jardin 15cm

                    Le due piante a sinistra sono le mamme, una però deve ancora rivegetare, sarebbe il keeper di ZBX, anche l'altra sempre una ZBX da cui ho già prelevato qualche cut che vedete imbustato, niente di particolare, cioè buona da fumare ma niente di spiccato come quella messa in riveg. L'ho selezionata per la sua struttura, rimane molto bassa con internodi vicini e cime dense di conseguenza.


                    Qui invece le lemon tango nei vasetti, tranne quella più piccola che è la prima spuntata delle Z4ffaS1 che ho dovuto gia travasare per eccessivo stretch, sono tropo alti i neon per quelle nuove, presumo che dovrò fare la stessa cosa con gli altri che stanno uscendo. Quelle ancora nei vassoi sono un misto dei miei incroci, erano destinate per il KNF ma non ce l'ho fatta.


                    Qui invece si iniziano a intravedere i nuovi getti della riveg, speriamo bene.


                    Per stasera è tutto, spero apprezziate
                    Farò un altro aggiornamento sull'idrolizzato di pesce e come prepararlo e poi starò un po assente finché non inizierà ad attivarsi anche il grow per la fioritura. Sarò assente qui ma presente in altri thread di altri utenti magari.
                    Il Grottino di Mental (KNF method)

                    Comment


                      #11
                      Ehi Mental, come ti trovi con quelle lampade Lumii, io ho provato i bulbi e non sono male!!Mi piace anche l’idea dei sacchetti per l umidita’!!

                      Scusa ho visto dopo che sono neon!!pensavo avessoro cominciato a fare led!!
                      Srebedebede’ Garden Mosca seeds I ciclo

                      https://www.icmag.com/ic/showthread.php?t=360219

                      Comment


                        #12
                        Originally posted by Srebedebede View Post
                        Ehi Mental, come ti trovi con quelle lampade Lumii, io ho provato i bulbi e non sono male!!Mi piace anche l’idea dei sacchetti per l umidita’!!

                        Scusa ho visto dopo che sono neon!!pensavo avessoro cominciato a fare led!!
                        Ciao sre
                        Una volta capita l'altezza giusta a cui tenerli fanno il loro lavoro. Diciamo che non sono il massimo per il rapporto dei lumen per Watt, però hanno uno spettro molto bianco/blu.
                        Per piante da seme penso sia meglio la classica lampada, perché nei primissimi giorni di crescita tendono un gocciolino a strechare le piante finché non finiscono di mettere il primo vero palco di foglie.
                        Per i cloni invece sono perfetti come tutti i neon.
                        Il Grottino di Mental (KNF method)

                        Comment


                          #13
                          Originally posted by MentalGrow View Post
                          Ciao sre
                          Una volta capita l'altezza giusta a cui tenerli fanno il loro lavoro. Diciamo che non sono il massimo per il rapporto dei lumen per Watt, però hanno uno spettro molto bianco/blu.
                          Per piante da seme penso sia meglio la classica lampada, perché nei primissimi giorni di crescita tendono un gocciolino a strechare le piante finché non finiscono di mettere il primo vero palco di foglie.
                          Per i cloni invece sono perfetti come tutti i neon.
                          Io germino e faccio le prime sotto mh da 250 per pssare poi a 400, pero’ ho un problema grosso assai...la terra essendo scoperta e vicina alla lampada si riscalda troppo e le radici non amano espandersi al caldo tipo 27/28 gradi. Penso che per questa fase o passo a led o a neon perche’ il calore se non e’ dicembre-febbraio da me non si controlla bene. Si vede che ho sempre coltivato a pane e puparuoli.
                          Srebedebede’ Garden Mosca seeds I ciclo

                          https://www.icmag.com/ic/showthread.php?t=360219

                          Comment


                            #14
                            Originally posted by Srebedebede View Post
                            Io germino e faccio le prime sotto mh da 250 per pssare poi a 400, pero’ ho un problema grosso assai...la terra essendo scoperta e vicina alla lampada si riscalda troppo e le radici non amano espandersi al caldo tipo 27/28 gradi. Penso che per questa fase o passo a led o a neon perche’ il calore se non e’ dicembre-febbraio da me non si controlla bene. Si vede che ho sempre coltivato a pane e puparuoli.
                            A me non piace usare una fonte troppo forte nei primi giorni, sia per non scaldare il sub come giustamente dici e anche perché non credo che riuscirebbero a sfruttare tutta quella luce essendo ancora piccole, ma parlo proprio dei primi giorni eh.

                            I neon per quel problema sono perfetti scaldano meno e solo vicino ai tubi.
                            Potresti optare per una pacciamutura quando iniziano a sortite le piantine, con del fieno tipo, sicuramente la terra rimarrebbe più umida magari riesce tenere anche il substrato un grado più sotto. Anche rivestire i vasi con qualcosa che sia isolante al calore, questo vale anche per idro, isolando il sistema si riesce ad abbassare un minimo la temp dell'acqua.
                            Il Grottino di Mental (KNF method)

                            Comment


                              #15
                              Eccomi con un nuovo aggiornamento nell'attesa di ricarbure e riprendere il ritmo con il perpetual. So che avevo parlato di idrolizzato di pesce ma ogni volta che penso al puzzo di pesce che impregna tutta casa rimando sempre. Comunque in settimana lo porto, insieme al LAB perché serve per preparare una bella fetta di intrugli tra cui l'idrolizzato.


                              LOMBRICOLTURA
                              INTRODUZIONE

                              Oggi parleremo di un mondo che mi affascina da anni e che finalmente inizio a conoscere e sperimentare, sto parlando della lombricoltura/vermicompost.
                              Sono alle prime armi ed è la prima lettiera che mi ritrovo ad allevare, ho letto tantissimo riguardo a questo mondo perché qualche hanno fa ero veramente deciso ad aprire un allevamento da reddito ma la pratica è tutt'altra cosa quando ti ritrovi tra le mani questi piccoli ma grandi lavoratori.

                              "Nulla si crea, nulla si distrugge ma tutto si trasforma"
                              Ho sempre amato questa citazione e questi piccoli esserini rappresentano a pieno questa frase trasformando scarti organici in prezioso humus.



                              COSTRUZIONE LETTIERA

                              Sono dei gran divoratori, ogni lombrico riesce a mangiare in giorno un equivalente di materiale pari al suo peso, questo è concetto da tenere ben a mente durante l'alimentazione.
                              La lettiera dove alloggeremo in nostri lombrichi dovrà rimanere costantemente umida, ma occhio a non affogarli, i lombrichi respirano attraverso la loro pelle assorbendo umidità nel terreno, per questo dovremo essere costanti e giusti nelle innafiature, io cerco di dare acqua due volte al giorno, la mattina quando mi alzo e la sera poco dopo cena. Occhio anche a non scegliere materiale troppo duro e compatto come lettiera, tipo terreni argillosi, io ho usato un misto tra la terra del mio giardino e del cocco dei vari cicli precedenti, il quale ho nutrito e rinnovato per anni buttando tutto nel mio compost tradizionale del giardino insieme a scarti di cucina, microbi ecc. Ora fatte queste piccole, ma lunghe premesse passiamo alla visualizzazione della lettiera.


                              Io me ne sono costruita una con dei classici secchi da muratura con coperchio, è semplice da realizzare, mantenere ed economica. Forse è un po piccola ma per gli hobbisti come noi pensa sia sufficiente.
                              Partiamo con il forare il secchio che conterrà la lettiera, serviranno per far entrare aria e far respirare meglio i lombrichi. Facciamo dei piccoli fori sui lati per impedire l'uscita dei lombrichi come questi, e fatene altri anche sul fondo del secchio in modo che scoli l'acqua in eccesso ed evitare ristagni sul fondo*


                              Come potete vedere sono due secchi uno sopra all'altro, quello in cima contiene lettiera e lombrichi, quello sotto è vuoto serve solo a roccogliere percolato, ho preferito non infilare il secchio dentro all'altro perché avevo paura che non passasse aria attraverso i buchi, quindi ho preso un coperchio l'ho forato in modo che i buchi in fondo del secondo secchio fossero liberi, dopo di che con colla a caldo ho fissato il coperchio del secchio più basso con il fondo del secchio più alto, metto foto per far capire meglio di cosa parlo.
                              Ps: non fate il mio solito errore che ho messo la lettiera direttamente nel secchio senza prima mettere una rete tipo zanzariera come filtro sul fondo, I lombrichi non scappano ma come vedete avrete un percolato più "sporco".

                              Mi piace questo sistema perché una volta che il secondo secchio sarà pieno di humus basterà aggiungere un terzo secchio sopra a quello con i lombrichi, sempre con la tecnica del coperchio forato (sembra il nome di una mossa alla Naruto), con dentro nuovo materiale organico semi-scomposto tipo bokashi in modo che tutti i lombrichi si trasferiranno nel nuovo secchio senza creargli stress e rimanendo con un humus pulito, anche se le uova rimarranno li. Tra l'altro facendo il bokashi nella solita tipologia di secchio quando sarà il momento di mettere nuovo cibo, esso avrà già la forma del secchio, rimanendo più compatto eviteremo di interrompere il processo del bokashi che continuerà nello stato superficiale visto che i lombrichi inizieranno a mangiare dal fondo dello strato di cibo.


                              ALIMENTAZIONE

                              Passiamo all'alimentazione, come dicevo all'inizio ogni lombrico mangia una quantita giornaliera di materiale pari al proprio peso, considerando che l'alimentazione va effettua una volta a settimana se per esempio avremo 500gr di lombrichi dobbiamo presupporre che ogni settimana dovremo mettere circa 3,5kg di cibo, possibmente già precomposto. Potete usare scarti di cucina, gusci di uovo, materiale verde, stallito maturato 6 mesi di erbivori segatura, cartone ecc**
                              Qui ho appena messo nuovo cibo, proveniente dal bokashi, non resta che aspettare e coninuare a dare acqua due volte al giorno***


                              Un altra cosa super interessante con cui dobbiamo prendere la mano è il rapporto C/N (Carbonio/azoto) questo perché a seconda della concentrazione I lombrichi si concentreranno su due aspetti, la crescita o la riproduzione.
                              Se avremo un maggiore rapporto di C/N I lombrichi si concentreranno più sulla riproduzione mentre con un rapporto piu basso tenderanno a crescere di piu ma si riproducono di meno. Penso che a noi interessi più il secondo aspetto, considerando che ogni 4 mesi raddopierete il numero dei lombrichi, a meno che non li usiate anche per pescare o nei campi/giardino

                              Per ora è tutto se volete approfondire ancora di più il discorso, tipo cosa usare per aalimentarli ancora più nel dettaglio o come giocare con il rapporto C/N, o se non sono stato chiaro su degli aspetti cazzatemi pure, ne sono più che felice, quando c'è uno scambio di informazioni non può che far bene a tutti.
                              Buon tutto ragazzacci.


                              EDIT:
                              *Ricordatevi di "limare" tutti i buchi levando tutte le sporgenze della plastica che si creano con la foratura del secchio, usate carta vetrata fine, coltello, quello che più vi torna meglio, è importante perché potrebbero ferire i nostri amici.



                              **Occhio a non mettere troppo materiale organico umido perché durante il processo di fermentazione si alza la temperatura anche fino a 60°C.



                              ***Un segno di allarme che ci fa capire che qualcosa non sta andando bene ce lo danno i lombrichi, se si ammucchiano tra di loro in un angolo può significare che il terreno è troppo acido, temperature troppo alte/basse o per mancanza di cibo.
                              Last edited by MentalGrow; 12-04-2020, 20:03.
                              Il Grottino di Mental (KNF method)

                              Comment

                              Working...
                              X